Attività fisica

ATTIVITA’ FISICA

UNO STILE DI VITA CHE PROTEGGE IL CUORE

Dr. Bruno BORIONI

Nella vita di tutti i giorni è preferibile fare le scale a piedi, ricorrendo il meno possibile all’ascensore e, per brevi percorsi, cercare di non usare l’automobile.
Il programma di attività fisica vero e proprio deve essere concordato con il medico ed individualizzato secondo l’età, le condizioni di salute, le necessità e le preferenze individuali.
I benefici si ottengono solo se l’attività fisica viene praticata in modo costante e duraturo; di conseguenza per minimizzare il rischio di noia insito in esercizi ripetitivi, è possibile svolgere attività intercambiabili.
Per chi ha superato i 60 anni o è affetto da una malattia cardiovascolare, salvo diverse indicazioni del medico, può essere indicato percorrere ogni giorno o quasi tutti i giorni un tratto pianeggiante di 3-4 km. o, in alternativa, pedalare con una cyclette per 40-50 minuti.
Per chi ha meno di 60 anni e non ha problemi cardiovascolari è preferibile un programma più impegnativo, visto che i benefici dell’attività fisica sul rischio di sviluppare malattie cardiovascolari sono direttamente proporzionali all’intensità dell’esercizio.
La scelta può essere varia: marcia, jogging, ginnastica, nuoto, pattinaggio,ciclismo, canottaggio.
A parte i primi giorni, la durata minima dell’esercizio fisico non deve essere inferiore a 30 minuti al giorno, che possono diventare 45-60 una volta raggiunto un buon allenamento.
Per quanto riguarda la periodicità, l’ideale è poter praticare l’attività fisica tutti i giorni o a giorni alterni; l’attività fisica occasionale non è di alcuna utilità.